Sostituzione Plafoniere neon con TUBI LED

CONVIENE SOSTITUIRE I TUBI A NEON DI UNA PLAFONIERA ESISTENTE CON NUOVI TUBI LED??! QUESTA LE CONSIDERAZIONI

Molte Aziende si trovano a dover sostituire il proprio parco illuminotecnico costituito dalle classiche lampade stagne, ormai obsoleto e costretti anche dalle nuove e più stringenti normative in materia di inquinamento e risparmio energetico.

Pensiamo a tutte quelle aziende che le usano anche al chiuso, autorimesse, officine meccanici e qualsiasi attività Industriale Capannoni, Laboratori, Condomini, ecc.


La stragrande maggioranza, prende in considerazione l’ipotesi di passare alla tecnologia a LED poiché offre innumerevoli vantaggi sia economici dovuti al risparmio rispetto agli altri sistemi di illuminazione, di durata del prodotto con minor incidenza della manutenzione, quasi inesistente negli anni (durata 10/15 anni) e anche dalla possibilità di avere un ottimo spettro luminoso che può essere adattato a molteplici usi ed esigenze del cliente.


Un po’ per risparmiare, un po’ accettando passivamente consigli, a volte, anche da istallatori, che sicuramente in buona fede, propongono il “retrofit tubi” (sostituzione dei tubi delle lampade esistenti con nuovi a LED) veniamo indotti ad operare questa scelta.


I problemi sono molti:

1) riduzione dell’efficienza e del risparmio effettivo dichiarato del nuovo tubo LED 10/15% dovuto all’adattamento al reattore della, lampada esistente, 2) perdita dello spettro e dell’irraggiamento luminoso, dovuto all’invecchiamento del metacrilato di copertura (ingiallimento) della lampada esistente, 3) riscaldamento eccesivo per scarso dissipamento del tubo led, posto in una struttura non progettata per le sue caratteristiche.


Ma soprattutto costi e responsabilità civili e penali, dovuti alla nuova certificazione di conformità, necessaria per legge, per assemblaggio di una nuova lampada con caratteristiche differenti da quella certificata dal produttore.


Su alcuni siti esteri, si possono trovare informazioni su, tubi a LED, installati su lampade esistenti con reattori e plafoniere, (forse non appropriati, o di scarsissima qualità), i quali hanno comportato il surriscaldamento sino all’ignizione della lampada.


Anche se un incendio è molto difficile, dobbiamo sempre considerare il rischio residuo che questa operazione comporta inoltre anche il risparmio non è commisurabile all’operazione errata che si sta facendo.


Un Consiglio è quello di, sostituire le lampade, con quelle a LED nuove, costruite e certificate dal produttore, considerando anche la durata prevista delle lampade a LED che è di circa 15anni, con ritorno certo dell'investimenti adeguato iniziale.


E’ sempre preferibile acquistare un prodotto di qualità, con led, driver e chassis in alluminio, che dissipa in maniera migliore il calore e garantisca negli anni le prestazioni dichiarate e testate dal produttore.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguimi
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
ggconsulenza 
di Giovanni Giacomini

Rignano Flaminio (Rm)

Tel. 06 92 959 155- Mob. 3884249062

www.ggconsulenza.it

www.webdesigneroma.it

info@ggconsulenza.it

  • Profilo Giovanni Giacomini
  • Padlet
  • ggconsulenza
  • CANALE GGCONSULENZA

© 2016-2020 created by Giovanni Giacomini tutti i diritti riservati  - P.IVA  14091101007

logo webdesigneroma2.png